Come valutare la qualità di un processo

  • 27 Novembre 2020
qualità processo - LGM consulting Lunano

Come valutare la QUALITÀ di un processo?

Il controllo qualità è la parte preponderante in una qualsivoglia produzione industriale. L’aspetto ultimo che compete all’impresa prima di consegnare al committente la lavorazione richiesta.

La parola qualità, in un contesto aziendale, non è però riferibile solo al prodotto finale.

Se ci guardiamo internamente, oltre alla qualità del prodotto, dobbiamo valutare la qualità del processo, del servizio, dell’offerta, della formazione.

Come approfondire questo aspetto? Come fare per dare un valore chiaro a ognuna delle voci sopracitate e perfezionarle nell’ottica del miglioramento continuo?

Il diagramma Causa – Effetto è uno degli strumenti più idonei.

Tale metodologia, introdotta per la prima volta in Giappone negli anni 40 del secolo scorso, consente di definire in modo dettagliato tutte le cause che portano a un determinato effetto, classificandole per tipologia.

Prendendo come esempio l’aspetto delle procedure, questo diagramma visivo, costruito grazie al supporto dell’intero team di area, rappresenta la fotografia di ciascuna di esse.

L’effetto finale è il risultato del processo, le cause sono gli elementi che vengono messi in atto per il raggiungimento dell’obiettivo.

La classificazione dettagliata delle singole cause, la valutazione di ciascuna di esse e il valore ricoperto da ogni passaggio, sono l’elemento centrale della rappresentazione; ciò che consente di intervenire in modo mirato sia per la valutazione della qualità procedurale, sia per la definizione di soluzioni idonee al miglioramento continuo.

In fig. 1 si riporta un esempio visivo.

Fig.1

qualità processo - LGM consulting Lunano

 

 

Vuoi valutare insieme a noi la qualità dei tuoi processi?
Fallo ora.

Copyright © 2021- LGM consulting srl – Tutti i diritti sono riservati – All rights reserved